L'”informazione aumentata” è un nuovo sistema di comunicazione innovativo che integra differenti tecnologie di comunicazione già esistenti. È un nuovo supporto di comunicazione che permette un costante aggiornamento delle informazioni.

Le notizie arrivano dalla rete senza soluzione di continuità e in tempo reale, navighiamo tra dati, immagini, fatti, racconti, cinguettii. Chiunque può diventare fonte di informazione. Disponiamo di mezzi potentissimi che ci permettono di dire e vedere tutto unendo spazio e tempo in un solo click. Spesso conta più la velocità della verifica dei fatti (fonte raistoria)

Dati recenti del Reuters Institute evidenziano come consumo di informazioni in mobilità sia ormai per tutti attività abituale: due utenti smartphone su tre utilizzano il loro device per accedere alle news ogni settimana. Anche l’Osservatorio New Media & New Internet del Politecnico di Milano conferma questo trend: dalle loro analisi, infatti, emerge che il 44% di chi accede a news da smartphone, tablet o PC lo fa attraverso l’app di un quotidiano o di un magazine o di un aggregatore di notizie.

Il Journal risulta dall’integrazione di 4 componenti (A + B + C + D) che fusi insieme danno vita a un nuovo prodotto:

A. FUSIONE DI TECNOLOGIE DI EDIZIONE

Il Journal integra le tecnologie di edizione tradizionali della carta stampata con le tecnologie di produzione dei contenuti digitali del web. Nel nuovo supporto le due tecnologie si integrano e non possono essere utilizzate separatamente.

B. TECNOLOGIE DI COMUNICAZIONE

Il Journal utilizza le tecnologie di comunicazione più innovative ed è in grado di trasmettere le informazioni tramite tutti i canali di comunicazione (visivo, uditivo, cinestesico). Il nuovo supporto permette infatti di comunicare attraverso tutti i canali, incluso quello olfattivo

C. TECNOLOGIE MARKETING

Il nuovo mezzo di comunicazione consente l’utilizzo delle moderne tecniche di neuromarketing e di marketing emozionale. I vantaggi dei punti A e B permettono al nuovo supporto di trasmettere le informazione in modo diretto e immediato, arrivando a colpire l’inconscio del fruitore.

D. TECNOLOGIE DI DISTRIBUZIONE

Il supporto cartaceo garantisce stabilità all’informazione (come nelle biblioteche), mentre le tecnologie digitali consentono la dinamicità dell’informazione: tutti I sistemi di distribuzione (edicola, abbonamenti tramite Amazon, web, ecc.) sono quindi ugualmente utilizzabili e complementari

Libertà d’informazione, le informazioni possono essere facilmente confrontate con tutte le altre fonti dell’informazione, anche in altre lingue.

L’obiettivo del Journal è inoltre aiutare il lettore a memorizzare e ricordare le informazioni lette (tecnica chunking). Il Journal segue infatti i principi di innovativi sistemi di apprendimento, con la finalità di rendere più semplice la memorizzazione dei contenuti letti dall’utente.

coming soon

  • Starplan
  • Times Editore

 

coming soon